Apparato della vista

E' rappresentato, essenzialmente, da tre parti:

Nell'insieme contribuiscono tutti e tre al corretto espletamento della funzione visiva. L'organo a cui effettivamente è imputabile la trasduzione del segnale luminoso in impulsi elettrici che verranno interpretati è il bulbo oculare, ma gli apparati protettore e motore sono formati da una serie di "organi accessori" che garantiscono funzioni fondamentali quali la motilità (motore) e la difesa del bulbo oculare da agenti estranei e/o patogeni (protettore).

Bulbo oculare e apparati protettori e motori sono tutti accolti all'interno delle cavità orbitarie, localizzate nella porzione antero-superiore della testa.

Morfologia delle cavità orbitarie

Presentano 4 pareti, una base e un apice.

Sono a forma di cono o tronco di piramide, con l'apice (porzione più ristretta) rivolto verso l'interno.

Base 

Forma grossolanamente quadrangolare.

Lato superiore → corrisponde al margine sovraorbitario (osso frontale)

Lato inferiore → corrisponde al margine infra orbitario (osso mascellare e zigomatico)

Lato esterno → osso zigomatico

Lato mediale → osso lacrimale e frontale

Apice

Corrisponde al foro ottico (o fessura orbitaria superiore), fessura che da attacco all'anello tendineo dello Zinn, che da attacco a muscoli retti e obliquo superiore dell'occhio.

Parete inferiore (o pavimento)

Formata dalle ossa mascellare e palatino.

Parete superiore (o tetto)

Formata dalle ossa sfenoide e frontale.

Parete laterale

Formata dalle ossa sfenoide e zigomatico.

Parete mediale

Formata dalle ossa mascellare, lacrimale, etmoide (lamina papiracea), sfenoide.

 

 

Facebooktwittergoogle_pluspinterestlinkedin