Sensibilità somatica e viscerale

Sensibilità somatica

Le fibre nervose sensitive servono a raccogliere la sensibilità dalla periferia del corpo e dall’ambiente esterno. Se si considera il sistema nervoso della vita di relazione si fa riferimento alla sensibilità somatica;

questa può essere da noi distinta in due tipi di sensibilità, esterocettiva e propriocettiva

 

La sensibilità esterocettiva a sua volta può essere protopatica o epicritica. La protopatica è meno "sensibile" e riguarda stimoli dolorifici o tattili/pressori più diffusi, mentre l’epicritica è più sottile ed è di tipo tattile o termico.

La sensibilità propriocettiva può suddividersi in cosciente ed incosciente, ovviamente se cosciente l’informazione deve raggiungere il centro di elaborazione del pensiero (telencefalo) mentre se incosciente sarà raccolta dal cervelletto (non approda quindi al telencefalo)

Sensibilità viscerale

Dai visceri invece viene raccolto un solo tipo di sensibilità, quella introcettiva. Quest’ultima può essere raccolta da terminazioni nervose libere a livello dei visceri oppure da corpuscoli (alla fine della fibra nervosa) specializzati nel raccogliere un determinato tipo di stimolo (capiremo meglio studiando gli organi di senso) che fungono come da amplificatori per quello stimolo.

Facebooktwittergoogle_pluspinterestlinkedin