Struttura dell'esofago

Tonaca mucosa: epitelio pavimentoso stratificato non cheratinizzato (resistenza alle forti sollecitazioni meccaniche, ovvero al transito del bolo)

Tonaca sottomucosa: presenza di numerose ghiandole mucose (per lubrificare il condotto)

Tonaca muscolare: la tonaca muscolare dell’esofago è decisamente un eccezione, in quanto è caratterizzata da una mescolanza di tessuto muscolare liscio e striato. Il tessuto striato è prevalente nei primi 2/3 dell’esofago per la necessità di spingere velocemente il cibo dalla faringe all’esofago prima di dare avvio ad un nuovo ciclo di respirazione. Nel terzo inferiore è invece prevale

Tonaca avventizia: l’esofago ha tonaca avventizia non essendo interessato dalla presenza di peritoneo se non nel tratto addominale. E’ molto ricca in fibre elastiche.

Tonaca sierosa: riguarda solo il tratto finale dell’esofago.

Nell’esofago si riconoscono due sfinteri; quello in posizione rostrale si chiama sfintere esofageo superiore, delimita faringe e esofago ed è costituito da un ispessimento muscolare ad anello. E’ chiuso durante l’inspirazione così che l’aria non invada esofago e stomaco. Lo sfintere in posizione caudale si chiama sfintere esofageo inferiore (esofagatrico o cardiale) e delimita questa volta esofago e stomaco. Anche in questo caso è costituito da un anello di muscolatura liscia. La sua azione da sola non è sufficiente a prevenire il reflusso.

Facebooktwittergoogle_pluspinterestlinkedin